.
Annunci online

 
nnhocapito 
"...un giorno anche la guerra si nchinerà al suono di una chitarra!" (Jimi Hendrix) - collettore di risorse per la sinistra!
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  21° Jamboree - UK '07
l' inverno e la rosa
***100 anni portati bene, benissimo!***
Spicchio di vita
Nardò 1 - Gruppo Scout AGESCI
RossoVivo
Fatti un Giro
L'inverno e la rosa 2
il blog di Sirio Sapiente
Giovani & Comunisti
Warrior Granata (forza Nardò!)
Blogeko - blog ecologista
SX - Punto di incontro dei "sinistri"
World Socialist Web Site (WSWS)
la Tavola della Pace
il blog di manu
il blog di sapo
il blog di kerah
il blog di esperimento
Papa OrZo XVI
Mele Marce
kakkiate - il lato oscuro dello sforzo
AntiJuve - xche da Goldrake...
IlNostroForum
GuestBook
Il Blog di Arrabbiato
NnHoCapito CHAT!!!
NoFilter
Ettore (non quello della TIM)
Irlanda
Hasta la Sciuret
NnHoCapitoTV
Il Blog di Skibby
Rinascita Nazionale
Liberolanima
Blog sinistroide in salsa borhese
Sinistri
Il Cielo Sopra Kabul
Cristal Angel
Vanessa
Officina Democratica
Il sale della vta - di Francesco Corbisiero
Lou Mogghe
Il compagno Diego
Irriverente
Aurora86 - blog di destra
RAWA
Il blog di Sogna
tgweb
Racconti
Amnesty International ITA
la Repubblica
Rifondazione Comunista
PdCI
Nessuno tocchi Caino
AntonioDeRose
Il VipraClub
Il Blog di Beppe Grillo
Bandiere di Pace
Peace Roporter
Socialisti nella società civile
Il blog di Fabio Peluso
Giovani Comunisti
Partito Comunista Russo (con dominio "SOVIETICO")
Partito Comunista Russo
Il Blog di P.G. Welby
rojarosevt - Blog socialista
il blog di xzxz
Il negro
Comunità intellettuale dei Verdi
Contro Informazione (c'è ne troppa poca)
Fabio '87
Andrea di due
Sinistra Democratica
AGESCI
  cerca



Vday Iscriviti al Vaffanculo Day



FOTO SCOUT



























































Alba del Centenario - 1 agosto 2007











Lato A (perchè ho solo il lato A?)...da cag***i sopra...BELLOOOO!





(Base Scout di Piacenza, 14 giugno 2007)

ALTRE FOTO















SAGGEZZA IN PILLOLE:

Risus abundat in ora stultorum...
intelligenti pauca...
in vino veritas...
in scarpe adedas..
in shampoo badedas...


Guarda più lontano
guarda più in alto
e vedrai una via...
ma sappi anche voltarti indietro
per guardare il cammino
percorso da altri che ti hanno preceduto...
Essi sono in marcia con noi sulla strada".
Baden - Powell

"Attraverso monti e valli, con le bellezze del paesaggio che mutano ad ogni passo,
ti senti un uomo libero. Non c'è piacere che si avvicini a quello di prepararsi
il proprio pasto alla fine della giorno su un piccolo fuoco di braci ardenti;
nessun profumo vale l'odore di quel fuoco..."

B.-P.


"Mai più violenza! Mai più guerra!

Mai più terrorismo!

In nome di Dio, possa ogni religione portare sulla

terra giustizia e pace, perdono e vita. Amore"


                                              Giovanni Paolo II

Abbiamo sofferto con loro e per loro, abbiamo cantato le loro canzoni, abbiamo visto e amato i loro film, abbiamo mangiato i loro panini e indossato i loro jeans, li abbiamo visti volare a canestro e raggiungere la Luna. Ma il calcio è un'altra cosa; nel calcio comandiamo noi!!!

Fabio Caressa (intro di Italia - USA)


 

Diario | NPC - Neo Partito Comunista | Libri & Letteratura | Vipra'$ club | l'odore del fuoco |
 
Diario
311576visite.

13 giugno 2008

un giochino....a me ne ha azzeccate parecchie e sperò che realizzi il mio desiderio

Gioca come si deve,e soprattutto non barare. 

Non leggere in anticipo, ma nell'ordine, punto per punto.
Ci vorranno 3 minuti, e credimi, ne vale la pena.

Prendi carta e penna.

 

1.Scrivi i numeri da 1 a 11 in una colonna. 

2.A fianco ai numeri 1 e 2, scrivi 2 numeri a tua scelta.

3.Vicino ai numeri 3 e 7, scrivi il nome di una persona di sesso opposto.
Due nomi diversi, ovviamente, di persone che conosci bene, e nel farlo, segui il tuo primo impulso.

Non leggere oltre in anticipo, o non funzionerà...Piano piano...
4.Scrivi il nome di tre persone (amici, familiari...) vicino ai numeri: 4,5 e 6.

NN BARARE,SAREBBE UN PECCATO...!!5. Scrivi 4 titoli di canzoni sui numeri 8,9,10,11. 

6.Finalmente, esprimi il tuo desiderio.

 

Qui si trova la chiave del gioco...

1.Devi parlare di questo gioco ad un certo numero di persone (il numero che si trova vicino al 2)

 

2.La persona in 3 posizione la AMI!!

3.La persona in settima posizione l'apprezzi molto però con la quale nn funziona...

4.La persona in quarta posizione è qualcuno a cui tieni veramente molto.

5.La persona in quinta posizione è quella che ti conosce veramenta a fondo.

6.La persona messa da te in sesta posizione è il tuo porta fortuna.

7.La canzone in ottava posizione è quella che si associa con la persona numero 3.

8.Il titolo in nona posizione è la canzone per la persona in settima posizione.

9.La canzone in decima posizione è quella che meglio svela il tuo spirito.

10.La canzone in 11 è quella che rivela i tuoi sentimenti rispetto alla

vita.

11.Scrivi questo gioco nel tuo blog,durante l'ora che ne segue la lettura.

 

Se lo farai,il tuo desiderio si realizzerà. A bocca aperta

Se non lo farai,succederà l'opposto. In lacrime

Davvero strano,ma pare che funzioni




permalink | inviato da nnhocapito il 13/6/2008 alle 22:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

14 aprile 2008

E' morto un pezzo d'Italia

    Oggi, 14 aprile 2008 c'è stata una disfatta non indifferente. Un "pezzo" importantissimo di questo Paese è andato a quel paese e a lasciato posto a un pezzo razzista e addirittura anti-italiano!
Mi riferisco alla Sinistra Italiana, che per intenderci con il PD grazie a Dio non c'entra nulla, che per la prima volta nella storia della Repubblica (almeno credo, non ho fonti certe al riguardo) non entra in nessuna delle due camere del Parlamento.
Mi riferisco anche alla Sega Nord, che continua con le sue aspirazioni razziste, antidemocratiche e anti-italiane.
    Le cause del problema sono riposte nell'astensionismo, al richiamo sleale al "voto utile" (da ricordare che un voto, se valido, è sempre UTILE), all'omicidio della sinistra operato da Veltroni, al peso dell'alleanza con Prodi e l'accozzaglia (la bella bolla di sapone) de "L'UNIONE" ma soprattutto la colpa è nostra, della Sinistra, che si è organizzata mai, senza mai entrare in campagna elettorale o facendolo senza troppo scomodarsi, nonostante il nostro fosse l'unico programma moderno per l'Italia sull'onda di quelli delle grandi democrazie ma più improntato alle spese sociali e ambientalista.
    Di buono c'è che, visto che PD e PDL hanno lo stesso programma (chi dei due ha copiato?), ha vinto l'usato sicuro, Berlusconi. Speriamo per l'Italia che questa volta le cose funzionino, che in qualche modo ci si possa difendere dalle crisi che presto investiranno il pianeta, che riguarderanno la globalizzazione, l'energia e le guerre. Di buono c'è anche che l'usato sicuro questa volta ha vinto con ampio margine, che garantirà stabilità per cinque anni, si spera.
    Di cattivo c'è tutto il resto, che è molto più di ciò che ho scritto.


Questo è tutto, viva la Sinistra, viva l'Italia!

8 aprile 2008

Il mio programma elettorale

Ho provato anche io a trasformarmi in "leader di partito" e a scrivere un mio programma elettorale....tutto ciò che farei per risollevare l'Italia, almeno a livello economico. Ovviamente manca in molto perché mi sarei dovuto dilungare troppo e anche perché non ne sarei stato capace.
Leggete e ditemi se siete d'accordo con me.


Il mio programma elettorale


  1. Ecologia

  2. Istituzioni e pubblica amministrazione

  3. Scuola

  4. Lavoro

  5. Giustizia


Quelli che avete appena letto sono i “miei” 5 punti per cambiare l'Italia, so che ovviamente non sono molto specifici, ma ho voluto provare anche io a “dilettarmi” nella stesura di un programma politico.


  1. ECOLOGIA


L'Italia oggi giorno acquista la stragrande maggioranza del fabbisogno nazionale di elettricità da altri Paesi, che la producono in abbondanza con i combustibili fossili, le energie rinnovabili o il nucleare.

Un esempio “eclatante”, che ho già citato in altre occasioni, è quello tedesco, visto che in Germania, nel quinquennio 2001-2006 si è riusciti a rendere quasi autosufficiente la produzione di energia utilizzando il loro pallido sole e il vento che però non manca certo, neppure, all'Italia!

Consideriamo la loro estensione territoriale e il numero di abitanti, sono molti più che in Italia. Questo vuol dire che nel Bel Paese con il fortissimo sole che batte più di otto mesi all'anno e con il vento “che ci fa girar le pale” potremmo quasi triplicare il risultato dei tedeschi a tal punto da poter mettere energia da parte (per l'inverno s'intende) e addirittura di poterla vendere ad altre nazioni.

Ciò avverrebbe senza inquinare e senza rischiare ciò che si rischia con il nucleare. Inoltre il problema dell'impatto ambientale sarebbe facilmente risolvibile con dei progetti ben gestiti e disegnati. Posso fare l'esempio di Nardò (LE), il mio paese, dove l'eolico non è stato fatto per non deturpare lo splendido Parco regionale di Porto Selvaggio (n.d.r., parco regionale Renata Fonte) quando abbiamo chilometri quadrati di “zona industriale” spoglia, abbandonata e inutilizzata a campi incolti e in degrado che appartengono al sig. NESSUNO, veri e propri latifondi. Di certo non si rovinerebbe la vista sulla tangenziale!

Il costo del fotovoltaico e dell'eolico è elevato, ma il prezzo è funzione inversa del potere d'acquisto, quindi se il prezzo scende sale il potere d'acquisto, e se il prodotto si diffonde il potere d'acquisto sale e il prezzo scende. Inoltre il ricavo in energia ricoprirebbe ampiamente i costi di produzione e manutenzione.



  1. ISTITUZIONI E PUBBLICA AMMINISTRAZIONE


Questo punto è quasi identico al testo per il referendum proposto da Beppe Grillo. Poche parole: è necessario dimezzare il numero di deputati e senatori, così come la loro indennità e la pensione e quella dei presidenti delle camere (10 000 euro al mese sono più che sufficienti credo!) e applicare un regime di rieleggibilità controllata (ad esempio 2 legislature oppure un numero di legislature che non superi i 10 anni di durata, se i 10 anni scadono durante una legislatura ancora in corso il deputato/senatore terminerà il mandato con la legislatura, poi basta).

Poi impediamo ai mafiosi e a chi è stato condannato di candidarsi ed essere eletto: via i Berlusconi, i D'Alema, i Pecoraro Scanio, i Bossi eccetera! E impediamogli anche di occupare un posto in un pubblico ufficio che non sia quello di spazza cessi (con tutto il rispetto che si deve a chi è molto più PLITO di altri) o di semplice impiegato.

Infine un tema che mi sta molto a cuore. Oltre a i vari sistemi Windows e ai software informatici con licenza a pagamento ci sono centinaia di distribuzioni gratuite e libere, con potenzialità assai superiori alle solite applicazioni capitalistiche della Microsoft e delle altre case software a pagamento. Ogni volta che in una scuola, in un ufficio pubblico o in una banca si installa un nuovo PC si paga la “licenza” monovalente alla casa che produce il sistema operativo, la Microsoft è monopolista in tale ambito. Lo stesso avviene anche quando si installano programmi come Derive (Texas Instrument), Microsoft Office o AutoCAD (AutoDesk), applicazioni utilizzatissime nelle scuole e altrove.

Installando i sistemi liberi e le varie applicazioni Open Source risparmieremmo tantissimo da poter comprare un computer a studente per ogni scuola superiore. I sistemi liberi più famosi sono quelli Linux (di gran lunga superiori a XP e Vista messi insieme), ma non sono gli unici, e anno tutte le applicazioni che servono oltre a quelle che si possono installare separatamente.

Non a caso i Paesi che li sfruttano più dell'Italia sono in ordine USA, Germania e India, che hanno nello stesso ordine il più alto numero di ricercatori informatici e non.



  1. SCUOLA


La scuola Italiana non è la peggiore d'Europa, ma probabilmente è la penultima al mondo! Per sanare i conti sarebbe giusto rivalutare le scuole professionali, uccise dalla legge Moratti, senza ritenerle scuole per nullafacenti e ultimi della classe.

Secondo me sono invece il migliore strumento per chi vuole entrare subito nel mondo del lavoro (si, visto che c'è anche bisogno di lavoro) risparmiando fatiche e angoscie a se stesso, alla sua famiglia e alla spesa pubblica...

Consideriamo poi che l'Italia è il paese con il maggior numero di laureati al mondo...CIUCCI! L'università si sta piano piano adeguando al livello d'istruzione di chi invece di andare in un istituto professionale è costretto, per non essere escluso, a frequentare una scuola non adatta alle sue capacità, non perché inferiori ma perché diverse!

Riduzione dei prezzi dei libri di scuola. E prima ancora riduzione del numero dei libri a disposizione. Per ogni materia un insegnante a una scelta vastissima, centinaia e centinai di libri tra cui selezionarne uno solo. Poi sarebbe bene che un libro rimanesse utilizzato per un periodo superiore ai 6-7 anni, mentre in Italia viene cambiato in media ogni 2-3 anni, spesso per riedizioni che spostano la posizione di un immagine o aggiungono una didascalia oppure modificano l'impaginazione.

Utilizzo dei sistemi operativi e delle applicazioni libere per i computer. Promozione dei linguaggi di programmazione e dei sistemi informatici ad alto livello, come è giusto che sia pere essere competitivi nel settore.



  1. LAVORO


Argomento delicato!

Proteggiamo il lavoro, estirpiamo gli affari neri. Pene salatissime a chi non rispetta le misure di sicurezza, giusta retribuzione, giusta pensione (con i soldi risparmiati nei vari modi che ho detto), copertura in caso di malattia, gravidanza, infortunio ecc.

Incentivi ed eco-incentivi alle piccole, medie e grandi imprese.

Copertura finanziaria a chi entra nel mondo del lavoro, a chi mette su famiglia o è in debito con banche o assicurazioni, che non dovrebbero essere delle attività di strozzinaggio.

Incrementare i controlli in ogni campo per la sicurezza e la legalità, escludendo e perseguendo legalmente le attività della mafia e di chi ne è complice.



  1. GIUSTIZIA


Anche qui non si scherza. Bisogna perseguire tutti coloro che infrangono la legge senza pregiudizi. Senza fare caso al fatto se siano Rumeni o Italiani. Niente leggi da far West, solo ordinaria giustizia e supporto (anche economico) alle forze dell'ordine e pene più severe.

Processi più brevi e giusti, con pene definitive: la giusta condotta deve essere un aiuto ai detenuti, non un “esci gratis di prigione” come quello del monopoli.

Sosteniamo i magistrati che lottano contro la malavita organizzata in tutta Italia. Impediamo, come ho già detto, a chi è colluso con il lato oscuro di occupare cariche pubbliche rilevanti e garantiamo quel po' di meritocrazia che serve nella pubblica amministrazione e nella scuola, anche questa è giustizia.


24 marzo 2008

Inizia il boicottaggio!



    Cari lettori del blog, oggi inizia ufficialmente il boicottaggio delle Olimpiadi di Pechino!
Ad Atene, come da tradizione, è stata accesa la fiamma olimpica, accolta da "rumorose" e "fastidiose" contestazioni, ovviamente tagliate dalle televisioni e dai giornali cinesi, alla quale viene applicata sempre di più la censura del governo, che aumenterà (anche con la violenza e con la persecuzione) man mano che ci si avvina al giorno, visto che aumenteranno anche le proteste.
    C'è da dire che il boicottaggio ci sarebbe stato anche senza il pretesto della repressione in Tibet, visto che di pretesti ce ne sono mille altri.
C'è lo sfruttamento del lavoro (prodotto dalle multinazionali occidentali oltre che dal governo cinese, ndr), c'è la censura, ci sono le repressioni delle minoranze, i laogai, ovvero i gulag cinesi (letteralmente "riscatto con il lavoro"), c'è la violazione di moltissimi diritti umani, le torture, il controllo di ogni forma religiosa che sfocia spesso nella repressione totale e infine la corsa (silenziosa) alle armi più belle e più ricercate, come dei vezzi d'autore.
    Tornando all'argomento "boicottaggio" c'è da dire che non è molto difficile, basta almeno ignorare tutto ciò che riguarda le olimpiadi e poi, quando possibile contestare, "punzecchiare" e, perché no, provocare con lo scopo di sensibilizzare e impedire il finanziamento di tutte le attività criminali su dette. Perchè è già brutto pensare che noi finanziamo proprio quelle attività, ma è ancora più brutto pensare che per farlo sfruttiamo occasioni come le olimpiadi, che hanno ben altro scopo e significato; e mi riferisco ovviamente ai principi di pace e solidarietà, oltre che di fraternità e non violenza, che hanno dato vita in passato a manifestazioni di umanità come la tregua olimpica.
    Vi prego di non ignorare questo post e di aderire come meglio potete al boicottaggio, per dare un pò di spazio alla vostra coscienza!



Lorenzo Tarantino

19 marzo 2008

È MORTO ARTHUR C. CLARKE


    Maestro di vita e uomo di grande cultura, scriveva, studiava, FANTASTICAVA e inventava, e gli appassionati di fantascienza come me lo ricorderanno sempre per averci regalato quel soggetto dal  quale è tratto 2001 ODISSEA NELLO SPAZIO (del Genio Stanley Kubrick, 1968) oltre che 3001 ODISSEA FINALE e altri importantissimi racconti, nei quali noi speriamo magari di ritrovarci in futuro non troppo lontano.
    Si è spento ieri Arthur C. Clarke, all'età di novant'anni, nella sua casa in Sri Lanka. Oltre che appassionato di fantascienza era anche dotato di importantissime nozioni scientifiche essendosi laureato in matematica e fisica con il massimo dei voti ed aver lavorato come esperto radar per l'areonautica militare britannica.
    Fin da ragazzo ha avuto la passione per la scrittura e per la lettura che ha dopo conciliato con il suo amore (fanta-)scientifico con oltre 80 libri e più di 100 racconti vari.
È stato il maggior rappresentante della fantascienza hard, definita così proprio per la sua verosimiglianza scientifica, per questo esiste anche l'asteroide 4923 CLARKE, battezzata così in suo onore.
    Oggi si è conclusa anche la sua 90a orbita intorno al Sole, e il maestro Clarke si farà certo ricordare con le sue fantastiche opere.


17 marzo 2008

ORA BASTA!

Cari amici e cari lettori del blog, scusate ancora una volta la mia prolungata assenza.
    Scrivo questo post oggi perchè pare evidente che quello che sta succedendo ultimamente in Italia e nel mondo merita un pò di attenzione anche da un piccolo blog come il mio.
    In particolare la condizione di MASSACRO in cui è caduta la capitale tibetana, Lahsa, nelle ultime 48 ore necessita di aver spezzata qualche lancia.
Non si tratta di un "finto massacro" come si diceva ieri su cina oggi, tutt'altro di un vero e proprio genocidio che coinvolge il popolo tibetano, schiavo del governo cinese da oltre cinquant'anni, ma tutti noi che ogni giorno finanziamo quel governo con la globalizzazione (le scarpe e i capi firmati, per la maggior parte "made in China"), con l'omertà dei NOSTRI governi (vedi la recente visita del Dalai Lama in Italia) e in via del tutto straordinaria anche con le ormai prossime olimpiadi di Pechino 2008.
    Per questo vi invito a partecipare all'iniziativa più semplice ed efficace per chi come me non può fare altro: BOICOTTARE LE OLIMPIADI (cosa che ho già fatto per TORINO 2006, causa coca-cola) non solo non comprando nessun prodotto pro-olimpiadi (maglie, tute, gadget vari) o coca-cola (già violatore di moltissimi diritti umani e dei lavoratori e maggiore sponsor olimpico, vedi: nococacola.info) ma anche ignorando le gare in TV, le notizie, gli spot e quant'altro.
    Infine sarebbe cosa buona e giusta rimanere sempre informati e pronti a diffondere ogni forma di materiale (questo stesso post ne è un esempio) nelle scuole, sul posto di lavoro, in famiglia e ovunque possibile.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cina lasha buddisti tibet repressione

permalink | inviato da nnhocapito il 17/3/2008 alle 19:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

25 gennaio 2008

ecco cosa ci aspetta, il dopo-Prodi!

ecco alcune foto di chi ieri sera ha festeggiato per la caduta del governo!
Per quanto mi riguarda oggi torno a fare opposizione, e tra poco anche campagna elettorale per sostenere quel "pezzo" di centro-SINISTRA rimasto fedele al programma da TUTTI sottoscritto, ma da POCHI rispettato. Sono sicuro che qualcuno capirà comunque la differenza tra noi e loro, Mastella permettendo!






















SEMBRA LA MARCIA SU ROMA! È UNO SCHIFO! (not in my name!)

24 gennaio 2008

ROMANO RITORNA! cade il Governo ma io rimango sempre fedele!



    E' da pochissimo caduto il governo Prodi, quello che avrebbe cambiato l'Italia e l'avrebbe sottratta alla terribile sorte assegnatagli da Berlusconi e co.
E' caduto il governo Prodi che doveva cambiare l'Italia e invece è scoppiato come una bolla di sapone dopo nemmeno due anni.
    La disfatta totale! Non si sa nemmeno di chi, però si sà chi ha fatto scoppiare la bolla.
Non i terroristi, assassini, radicali, massimalisti, estremisti di Rifondazione Comunista (tra i quali ci sono anche io), dei Verdi e del Partito dei Comunisti Italiani. Non gli "innovatori" (o bidonatori) del nascente Partito Democratico, non gli ex di Mani Pulite di Di Pietro (IdV) e neppure Sinistra Democratica, che non ha una collocazione politica meglio precisata.
Sono stati QUELLI DELL'UDEUR, I FEDELISSIMI, CHE SCAMBIANO PORTA A PORTA CON IL SENATO E VESPA CON MARINI, CHE POSSONO DISTRUGGERE 2 ANNI DI FRAGILI EQUILIBRI CON UN'INTERVISTA IN TV. QUELLI CHE ARRIVARONO TERZI ALLE PRIMARIE E DENUNCIARONO BROGLI, QUELLI CHE NON CI HANNO PERMESSO DI FARE I DICO, CHE HANNO DEFINITO NOI DI RIFONDAZIONE LAICISTI E MASSIMALISTI, CHE VANNO PREDICANDO PACE E GIUSTIZIA MA CHE POI SI RITROVANO CON IL CULO PER TERRA QUANDO IL PADRINO (tale Clemente Mastella) E LA MOGLIE VENGONO ARRESTATI PER CONCUSSIONE! QUELLI DEL PARTITO DI MAFIOSI COLLUSO CON LA MAFIA, NEMMENO FOSSERO FORZA ITALIA!
QUELLI SEMPRE PRONTI A DARE A NOI LA COLPA DI TUTTO, COME BAMBINI CAPRICCIOSI, E CHE COME BAMBINI CAPRICCIOSI HANNO FATTO SCOPPIARE UNA FRAGILE BOLLA DI SAPONE INVECE DI DIFENDERLA CON LE ALTRE FORZE DELL'UNIONE DAGLI ATTACCHI FOLLI DI TUSAICHI.

    Allora io dico una cosa: è stata la più bella bolla di sapone mai vista! PRODI È IL MIO PRESIDENTE!

Lorenzo Tarantino

16 gennaio 2008

Italia senza midollo!



Cari lettori del blog,

so che siete in pochi ma che comunque esistete!
    Mentre scrivo queste parole due sudici "eventi" si consumano a Roma. Il primo è la rinuncia del Pontefice alla visita all'ateneo dell'università "la Sapienza", il secondo sono le dimissioni del Ministro di Grazia e Giustizia, Clemente Mastella.
    Nel primo caso si tratta di un'assurda perdita di coscienza degli studenti laici, atei, di sinistra (di sinistra, come me!) e di buona parte dell'opinione pubblica che è rimasta in silenzio...schiava, ostaggio, di una minoranza.
Io non è che abbia particolarmente in simpatia Benedetto XVI, specialmente per le sue idee sugli omosessuali. Non mi piace quando si allunga troppo sulla politica italiana (ma capisco che infondo è il suo dovere) e non mi è piaciuto nemmeno quando ha definito Harry Potter "pagano", prima della sua elezione a pontefice.
Tuttavia la mia sacra idea di laicità dello Stato (scusate il gioco di parole) non può che aprire le porte a ogni cultura e ad ogni religione.
Come non mi avrebbe affatto dato fastidio la presenza all'università di un esponente religioso musulmano, indù o buddista che sia, così nemmeno il Papa non mi avrebbe infastidito. Al contrario l'avrei ritenuta un'ottima occasione di confronto è dialogo, e di questi tempi ce n'è tanto bisogno.
Non è reato nemmeno contestare nessuno, è un mezzo di democrazia; una cosa è però contestare, un' altra cosa ancora è impedire qualsiasi negoziato.
    Con quest'ultimo episodio l'Italia ha perso davvero quel poco che le era rimasto da dimostrare...la forma democratica e laica dello Stato. Si perché per la prima volta dalla firma dei patti Lateranenzi non è stato possibile per un Papa intervenire all'apertura dell'anno accademico, nemmeno avesse voluto crocifiggere docenti e studenti!

9 gennaio 2008

Emergenza rifiuti, finalmente la soluzione!



    Dopo l'emergenza rifiuti che ha inondato Napoli e la Campania, e che ha contribuito a fare luce sugli affari sporchi (in questo caso anche puzzolenti) dei nostri amministratori, il governo ha finalmente azzeccato una decisione, un buon auspicio per il 2008... :D
    Finalmente l'esercito non verrà utilizzato a scopi bellici, ma per una vera missione di pace al servizio dei cittadini. Pulirà Napoli e Pianura dalla spazzatura sotto la quale sono ormai seppelliti, questa volta armato di ruspe, guanti e pala, nonostante il nostro non sia più da qualche anno un esercito di leva bensì di professionisti.
Il prossimo passo sarà ai me quello dal termovalorizzatore, che poteva essere evitato, ma che chiaramente ora non lo è più. Anche io sono disposto ad arrendermi, purchè sia fatto come Dio comanda, infondo produce energia, smaltisce rifiuti e porta ricchezza. Magari si potrebbe COMPENSARE RIEMPIENDO DI VERDE APPOSITE ZONE E LE CITTÀ!
    Credo che sia necessario che si continui (sempre se si è iniziato) a fermare e punire gli interessi dei mafiosi e le loro speculazioni, sanzionando anche coloro che nelle amministrazioni (vedi Bassolino, Mastella, Jervolino) chinano la testa o addirittura li assecondano.
    Credo anche che i cittadini campani debbano impegnarsi a far funzionare l'ingranaggio della raccolta differenziata e magari consumare un pò di meno quando possibile.
    Credo che il Governo potesse fare molto di più da molto tempo, e così anche i governi precedenti.
    Credo che questa odissea contribuirà a ripulire anche la nostra politica...non tutto il male vien per nuocere.

un saluto a tutti i miei lettori,
Lorenzo Tarantino



P.S.

Vi invito a vedere questa sera il film "il grande gioco", alle 23.30 su Rai Tre, la storia dello scautismo italiano.

27 dicembre 2007

Omicidio di Benazir Bhutto

Viene fatta fuori anche Benazir Bhutto, donna coraggiosa martire di ideali coraggiosi, per i quali noi la ricorderemo.
E' stata assassinata oggi in Pakistan, da Al Qaeda e da un governo così vicino ad un altro...


8 dicembre 2007

Falce e Martello: A VITA!



a chi avesse ipotizzato una sinistra senza RADICI, quelle sono anche nei simboli!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. falce martello comunisti

permalink | inviato da nnhocapito il 8/12/2007 alle 22:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

7 dicembre 2007

Al ritorno...

    Sapete come succede. Ogni tanto si sente il bisogno di staccare la spina per un po', avvolte ponderando la decisione, altre volte prendendola all'improvviso alla luce di vari "avvenimenti". Nulla di preoccupante o di grave anzi, nulla di veramente negativo ne guasti al computer.
    Anche io mi sono preso una pausa questa volta; per pensare e riflettere, per "guardarvi" da fuori, per fare delle scelte e, perchè no, per dare attenzione a qualcos'altro o qualcun'altro, neanche questo è da escludere....
Tantissime cose sono accadute dal 12 novembre scorso, data del mio ultimo intervento. Eventi, tragedie, record sportivi, lotte politiche, TRAGEDIE politiche...
    Però ora la pausa è finita, da oggi ricomincerò ad incerottare le vostre vite con i miei interventi sul blog e sarei felicissimo di ritornare alla bella media di commenti di pochi mesi fa.
Ricominciamo, sapete come succede....




permalink | inviato da nnhocapito il 7/12/2007 alle 12:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

12 novembre 2007

Ritorno al nucleare, ritorno al passato

    Mentre scrivo queste parole, qualcuno a Roma discute su concetti astratti di gente senza scrupoli (vedi Sen. Castelli) che sarebbe favorevole, tra l'altro, ad un ritorno del nucleare in Italia.

Come? Perchè? Ma che sei scemo?!!

    Purtroppo cari lettori del blog è vero, è triste, ma soprattutto è inutile!
Noi italiani siamo sempre al punto di partenza, in 20 anni siamo tronati indietro di 21! 20 anni da quel referendum che ha espresso un chiaro sentimento popolare; quel sentimento era chiaro: No! No al nucleare, no al pericolo che esso rappresenta!"  E dopo 20 anni siamo sempre lì a litigare per un modello di produzione di energia che non ha ne capo ne coda.
    E' vero che l'italia è circondata da nazioni che il nucleare lo hanno sempre avuto, ma è anche vero che questi paesi sono sempre a rischio (rischio radiazioni, rischio sabotaggi ecc.), per non parlare dei proibitivi costi di manutenzione (che in Italia quantomeno si triplicherebbero) e dell'impossibilità di smaltire le scorie, che rimangono (radio-)attive per milioni di anni e anche più, che sono numerose e dovrebbero essere messe sotto quintali di cemento o interi metri cubi di acqua, cioè nei nostri mari, e tuttavia questo non escluderebbe il pericolo di fuoriuscita che se si manifestasse sarebbe 'almeno' catastrofico, per la gioia di chi al nucleare è sempre stato favorevole.
    E poi tutti quelli che oggi dicono si, se si vedessero costruire una centrale a pochi kilometri da casa, sarebbero i primi a scendere in piazza assieme a quelli che oggi dicono no!
    L'italia tra l'altro ha l'opportunità di diventare il primo paese al mondo (e dico al mondo) per produzione di energia rinnovabile. Grazie a Dio abbiamo in media 8-9 mesi all'anno in cui le nostre teste sono perennemente riscaldate e illuminate dalla luce del sole, fattore che si moltriplica nei 4 (anche 5) mesi estivi. E allora immaginatevi la bolletta dell' enel, triste presagio di alleggerimento del partafogli, con su scritto 11,50 euro o poco più. Immaginatevi quanti soldi risparmiati per non acquistare più elettricità da altri paesi e tutti gli altri vantaggi che ne deriverebbero!

Insomma, il senso del messaggio e chiaro: meglio morti che radioattivi!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. energia fonti rinnovabili nucleare

permalink | inviato da nnhocapito il 12/11/2007 alle 19:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

30 ottobre 2007

ONU chiede di nuovo agli USA di "allegerire" l'embargo a Cuba, di nuovo un rifiuto!

NAZIONI UNITE (Reuters) - L'Assemblea Generale dell'Onu ha approvato oggi a larghissima maggioranza e per il sedicesimo anno consecutivo una risoluzione che chiede agli Stati Uniti di mettere fine all'embargo quarantennale nei confronti di Cuba.

Il documento, intitolato "La necessità di annullare l'embargo economico, finanziario e commerciale imposto dagli Stati Uniti a Cuba", è stata approvata con 184 voti favorevoli, quattro contrari e un astenuto.

La risoluzione non è vincolante, e finora non ha avuto nessun effetto sulla posizione di Washington nei confronti del regime di Fidel Castro.

Il presidente degli Stati Uniti George W.Bush ha escluso qualsiasi alleggerimento delle sanzioni contro Cuba a meno di una transizione del Paese alla democrazia, aggiungendo che un passo indietro da parte dell'amministrazione Usa finirebbe per favorire il governo comunista.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. onu cuba usa bush embargo

permalink | inviato da nnhocapito il 30/10/2007 alle 18:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

27 ottobre 2007

Va di moda essere fascisti! episodio 2

Gentile redazione,
sono una ragazza di Varese, ho 16 anni e faccio il Liceo Classico. Non ho preferenze politiche di nessun tipo eppure mi trovo di fronte ad una occulta propaganda di idee fasciste. L'apologia del fascismo è un reato previsto dalla legge, eppure con nonchalance le varie edicole di Varese hanno in bella vista calendari del duce, medagliette, vendute a chiunque le voglia. Non solo, mi capita di andare per le vie del corso con le mie amiche ed imbattermi in un negozio che dovrebbe vendere materiale sportivo, "L'ultimo stadio" e che invece è retroterra neanche velato di propaganda mussoliniana dove vengono vendute olte ai famigerati calendari e fascette con scritto il Duce è nostro amico o cose del genere anche toppe con su lo scudo crociato per le giacche dei simpatizzanti naziskin. Non voglio fare della critica spicciola, ma mi chiedo, che c'entra il Duce con il calcio? E come è possibile questo materiale venga venduto alla luce del sole? Voi giornalisti non ve ne siete mai accorti?

Con stima
Sabato 27 Ottobre 2007
Una liceale confusa (lettera firmata)


http://www3.varesenews.it/

13 ottobre 2007

oggi va di moda essere fascisti!

Caro Direttore,
io c'ero alla manifestazione di Varese con altri giovani di Gallarate.
Siamo andati perchè ci era stata comunicata una manifestazione per la scuola e non ci era stato assolutamente detto che gli organizzatori fossero di estrema destra.
Solo a Varese ci siamo resi conto che chi aveva preso la guida della manifestazione lo faceva per un suo interesse di partito e molti di noi se ne sono andati.
Sono rimasti, della nostra scuola, solo quelli che volevano far casino.
Io trovo ignobile lo sfruttamento che è stato tentato nei nostri confronti.
E poi piantiamola di parlare di mille persone: la maggior parte di noi, capito l'imbroglio, se ne è andata e saranno state al massimo due o trecento persone, compresi quelli che volevano solo far casino.


Forse la peggiore delle modo odierne, quotidianamente riconoscibile tra la stragrande maggioranza dei miei coetanei. Stupidi, ignoranti, violenti, fascisti!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scuola fascisti fioroni

permalink | inviato da nnhocapito il 13/10/2007 alle 15:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

12 ottobre 2007

la "saggezza" di un uomo, la fine di un mondo!

La Casa Bianca: il Nobel ad al Gore non cambiera' la politica Usa sull'ambiente

"Il premio Nobel ad Al Gore non farà cambiare la posizione del governo di Washington in materia di ambiente". Lo ha detto un portavoce della Casa Bianca commentando il prestigioso riconoscimento conferito oggi allo sfidante del presidente George W. Bush alle presidenziali del 2000.

Bush, per anni scettico sull'urgenza di intervenire sul problema dei gas serra, è ora favorevole a una politica coordinata a livello internazionale a difesa dell'ambiente, ma resta contrario all'imposizione di qualsiasi tetto alle emissioni delle industrie.

    E' l'ennesima provocazione di un'uomo che tanto ha di una scimmia: le rughe, i peli, gli zigomi, il mento ma soprattutto il cervello, e che tuttavia è riuscito (tra affari e imbrogli) a farsi eleggere per due volte di seguito presidente dell'unica (forse non più) superpotenza del mondo.
    Sarebbe giusto anche non condividere il Premio Nobel assegnato proprio oggi al suo ex rivale, Al Gore per il suoi impegno per sensibilizzare la comunità internazionale del rischio, che ora è diventato concreto, dell'inquinamento e dell'esaurimento delle energie non rinnovabili (un barile di petrolio a 84,05 $ al barile...e ne sentiremo presto le conseguenze).
Tuttavia avrebbe fatto di certo più figura a complimentarsi (anche per un fatto di immagine) con il suo connazionale che ha comunque reso onore al suo Paese (come Benigni e Pavarotti, hanno fatto tante volte per l'Italia ad esempio) o al limite a stare zitto e non a mandare un assurdo comunicato stampa o che roba è!
    Ormai le dichiarazioni di Bush a me interessano ben poco, o meglio, ogni volta è un copione già scritto, parole che già si sanno prima ancora d'esser pronunciate.
Ho perso ogni speranza in Bush e nelle politiche americane da anni...per le guerre (mi lA guerrA), l'inquinamento, la giustizia sociale, la globalizzazione, il loro perfido capitalismo e tutto il resto.
Lo stesso vale in questa occasione, di certo non mi aspettavo che bush dicesse "..un po' di pannelli solari quà, un po' di eliche la, togliamo quella centrale bla bla bla..." e per certe cose non gli si potrebbe dare torto (se le facesse verrebbe trom***o in pochi istanti).
    Insomma, ancora una volta, la raccomandazione è SI SALVI CHI PUO'!


    


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. bush al gore inquinamento premio nobel 2007

permalink | inviato da nnhocapito il 12/10/2007 alle 20:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

8 ottobre 2007

ricordando Che Guevara!

Siamo a quaranta compagno Guevara, quaranta anni dalla tua morte! L'episodio che ti consegnò definitivamente alla leggenda è nei nostri cuori come nei quelli di chi il 9 ottobre 1967 c'era e c'è ancora!

Saggio, leale, umano, sincero, veloce, amico, umano, non come i tuoi carnefici, che ti uccisero in nome della libertà che loro stessi opprimevano e continuano a oprrimere a distanza di quaranta anni esatti...il lupo perde il pelo, ma non il vizio!

Perchè oggi Che Guevara è un eroe, un simbolo, un commercio? -Perchè Che Guevara era umano e trasparente, come appariva nelle tante fotografie, e lo era nel bene e nel male. Perhcè a differenza dei tanti non mostrava facce diverse a seconda della situazione ed era esempio di coerenza prima di tutto verso se stesso. Perchè le guerre, anzi le rivoluzioni, le faceva con i poveri, per i poveri ed era il primo a scendere in campo, a costo della sua vita!
Per tutto questo oggi sulle bandiere di tutto il mondo c'è Che Guevara, non uno qualunque, non un Breznev, Stalin, Mao o Ho Chi Minh...ecco perchè sulla bandiera della libertà non ci sarà mai Bush, la Rice, Berlusconi e tutti gli altri....

Verso la vittoria sempre compagno Che Guevara! Come Ieri, oggi e domani!



Quando saprai che sono morto

non pronunciare il mio nome

perché si fermerebbe

la morte e il riposo.

Quando saprai che sono morto di

sillabe strane.

Pronuncia fiore, ape,

lagrima, pane, tempesta.

Non lasciare che le tue labbra trovino le mie dieci lettere.

Ho sonno, ho amato, ho

raggiunto il silenzio.


Ernesto Che Guevara de la Serna




*ogni forma di commento negativo, in disaccordo o offensivo verrà sospeso, per ovvi motivi che posso comprendere solo io


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. comunismo che guevara 1967 9 ottobre

permalink | inviato da nnhocapito il 8/10/2007 alle 21:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

5 ottobre 2007

DISSIDENTE TRA I DISSIDENTI

Questo post è per tutti coloro che su due piedi hanno aderito allo sciopero degli studenti del prossimo 12 ottobre, contro la riforma del ministro Fioroni.

Io non ho aderito perchè ritengo che la scuola italiana vada migliorata, così come l'intero SISTEMA ITALIA! E' vero che lo studente rischierebbe di essere penalizzato e bocciato anche per una sola materia, ma se studiasse come serve e si preparerebbe per l'esame di settembre avrebbe 1000 motivazioni in più per impegnarsi.

QUESTO IMPLICA CHE IO, CHE UTILIZZO SEMPRE LA MIA COSCENZA QUANDO DICO SI O NO A QUALCOSA, IL 12 OTTOBRE SARO' A SCUOLA ANCHE NEL CASO DOVESSI ESSERE L'UNICO NON DELLA MIA CLASSE, MA ANCHE DELL'ISTITUTO.

NON OMOLOGATEVI ALLA MASSA, RAGIONAE CON LE VOSTRE TESTE CHE GRAZIE A DIO SONO DOTATE DI CERVELLO PERFETTAMENTE FUNZIONANTE. NON SCIOPERATE MAI SOLO PER PERDERE UN GIORNO DI SCUOLA O PER SEGUIRE LA CORRENTE DI MAGGIORANZA.

SPERO CHE I MIEI COMPANI LEGGANO QUESTO POST A SI UNISCANO ALLA MIA LOTTA PER LA MERITOCRAZIA CHE ANCHE IL MINISTRO FIORONI VUOLE PORTARE NELLA SCUOLA (QUELLA PUBBLICA OVVIAMENTE, PER QUELLA PRIVATA NON SI PUò FARE NULLA ORMAI DA TEMPO!).


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scuola fioroni riforma sciopero

permalink | inviato da nnhocapito il 5/10/2007 alle 19:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

3 ottobre 2007

Di Pietro pronto a sacrificarsi per il bene della politica, quella onesta

ROMA (Reuters) - Il ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro, che ha presentato oggi assieme ad Alleanza nazionale un progetto di legge per tagliare i costi della politica, ha detto di essere pronto a rinunciare al suo mandato per ridurre la squadra di governo.

Il capo dell'Italia dei valori (Idv) ha detto che il premier Romano Prodi dovrebbe "ristrutturare la compagine governativa, tagliando sei o sette ministeri e una cinquantina di sottosegretari", ha detto ai giornalisti, presentando con il presidente di An, Gianfranco Fini la loro proposta di legge.

"In questa ristrutturazione l'Italia dei valori mette a disposizione il suo ministro e i suoi sottosegretari", ha aggiunto.

Alla domanda se questa proposta equivale ad un annuncio di dimissioni, Di Pietro ha risposto

che "la questione non si pone in questi termini".

La riduzione dei ministri riguarda, secondo il ministro, tutte le forze della maggioranza.

"Noi che proponiano questo passo siamo ovviamente disposti a farlo, ma non si tratta di giubilare l'Italia dei Valori, perché non si risolve così il problema".

"Deciderà Prodi", ha concluso il ministro.




permalink | inviato da nnhocapito il 3/10/2007 alle 14:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

30 settembre 2007

C'è un limite anche all'arroganza di Bossi!

    In realtà no! Il Senatur, che dal 1996 non ha rinunciato a rivendicare alla "libertà" del "suo popolo" è tornato a dire, dalla sede di quell'organo ai limiti dellla costituzionalità, il Parlamento del Nord che "La nostra libertà forse non la si può più raggiungere attraverso un democratico Parlamento, ma attraverso la lotta di milioni di uomini disposti al sacrificio in una guerra di liberazione".
    Parole che per mè (e sicuramente anche per tanti altri) risuonano come una vera e propria dichiarazione di guerra, all'autorità istituzionale, alla democrazia e all'unità nazionale!
Come dire "attacchiamo!". Ed'è proprio come ha detto Bertinotti, queste parole creano odio, rabbia e intolleranza. E' inammissibile che un leghista da quattro soldi minacci una guerra civile per liberare un popolo che non esiste nè in cielo, nè in terra nè altrove.
    Insomma, la cosa migliore è ignorare certi comportamenti di gente che ha come unico obiettivo dividere una Nazione e poter speculare su di essa.  Sono parole inconcepibile e per tanto ininfluenti...possono solo alimentare il dibattito politico e aimè ingrandire la sfera di odio, incomprensione e disugualianze!

Un saluto, Lorenzo Tarantino

27 settembre 2007

Mio figlio è andato a morire per i suoi generali e per Bush!

ROMA - "Mio figlio aveva un senso del dovere totale, ma è morto per Bush, per far contento lui". E' lo sfogo di Mario D'Auria, il padre di Enzo, il militare italiano gravemente ferito nei giorni scorsi in Afghanistan. "Il dolore giustifica ogni parola", dice il ministro della Difesa, Arturo Parisi.

Lorenzo D'Auria, 33 anni e tre figli piccoli, lotta contro la morte all'ospedale Celio di Roma. Il sottufficiale del Sismi era originario della Campania, viveva a Livorno con la famiglia, era un esperto di Afghanistan. L'agente Nessuno ha ora un nome. Il padre Mario è distrutto e parla ai microfoni di Sky: "Sono tutti assassini, io so che non c'è speranza con colpi così non si sopravvive: lui è solo un soldato, voleva fare solo questo da quando aveva 17 anni. Nemmeno i suoi amici conoscevano il suo vero lavoro".

"Chi lo sa chi gli ha sparato? Non lo sapremo mai. Ultimamente non voleva più andare, era triste.
O aveva avuto minacce prima, o sapeva dove andava. Domenica doveva tornare a casa", dice l'uomo che lancia un durissimo atto d'accusa al governo e ai leader italiani e dice: "Avrei delle denunce da fare: è tutto uno schifo. Sono tutti assassini, Prodi e Berlusconi".

L'uomo poi rivela: "Mi hanno chiamato, sono venuti a prendermi per portarmi a Roma, ma non sono andato perché altrimenti lì mi arrestano. Mio figlio è soltanto un ragazzo. Lui ha scelto di partire militare, ma io sono sempre stato contrario". Nel corso dell'intervista al canale all news, il padre del giovane militare ferito, ora ricoverato al Celio, ha anche detto: "Andavano a fare incursioni alla frontiera, perché i servizi segreti dovevano scoprire se le armi passavano di là, per fare contento Bush che commercia le armi".

Lorenzo D'Auria è stato rapito sabato scorso e liberato due giorni dopo in un blitz condotto dalle forze italo-britanniche. Nel corso dell'operazione è stato ferito gravemente. Il suo compagno è fuori pericolo, un accompagnatore afghano è morto.

"Il dolore giustifica ogni parola. Ancora di più il dolore di un padre per il dolore dell'unico figlio maschio per anni cercato e profondamente amato". Così il ministro della Difesa, Arturo Parisi, risponde a chi gli riferisce i duri giudizi del padre dell'agente segreto. "Avendo parlato a lungo con persone che lo conoscono e lo amano - ha proseguito Parisi - posso solo dire che della missione a lui affidata il suo ragazzo era pienamente consapevole e fiero".

(27 settembre 2007)

repubblica.it


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. italia afghanistan guerra bush soldato

permalink | inviato da nnhocapito il 27/9/2007 alle 22:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

26 settembre 2007

Myanmar: monaco ucciso dai soldati

(ANSA) -ROMA,26 SET- Un bonzo e' stato ucciso e un altro ferito dai soldati a Yangon mentre manifestavano davanti alla pagoda. Lo afferma Cecilia Brighi, della Cisl.La sindacalista, esperta di questioni birmane, che dice di aver ottenuto la notizia da fonti locali, parla anche di scontri in atto tra militari e manifestanti, armati di bastone. Il partito della dissidente Aung San Suu Kyi ha detto che la Giunta militare al potere ha commesso 'un errore irreparabile' di fronte alla Storia caricando manifestanti pacifici.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. myanmar monaci protesta

permalink | inviato da nnhocapito il 26/9/2007 alle 13:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

23 settembre 2007

Si può confondere Hitler con Harry Potter? -Si.

Caro direttore,

se la situazione è questa, che nemmeno il ricordo e la difesa dei nostri principi più elementari si può dare per scontato, nemmeno da parte di un primo cittadino, come minimo diplomato... che fare?
Di fronte a tanti distinguo sui neonazisti, proviamo con degli esempi più chiari:
poniamo che Bin Laden compia gli anni proprio a ridosso dell'11 settembre e che qualcuno voglia organizzare una festa per il suo compleanno? Che ne direbbe il gestore del locale chiesto in uso? E il sindaco del posto?

Festeggiare il compleanno di Hitler non è come fare una festa in onore di Voldemort (il cattivo signore del male della saga di Herry Potter).
Hitler è un personaggio vero e le vere le sofferenze che ha procurato ad una vasta umanità.
Il suo compleanno cade proprio a ridosso del 25 aprile, data che in Italia ricorda la Liberazione dal nazifascismo e la nascita dell'Italia libera.
Credo basti per farsene un giudizio.

I seguaci di Hitler sono pochi, per fortuna, come sono pochi i teppisti negli stadi, e in generale, come dice il proverbio, sono poche le "mele marce" in ogni cesto.
Eppure ogn persona di buon senso le mele marce le butta via! Le persone certo non si buttano via, però si possono educare, con l'esempio e, se serve, con un castigo, non esagerato ma giusto.

con simpatia

Domenica 23 Settembre 2007
Roberto Caielli
redazione@varesenews.it


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. harry potter hitler voldemort 25 aprile

permalink | inviato da nnhocapito il 23/9/2007 alle 19:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

11 settembre 2007

l' 11 settembre della verità

Lettori del mio blog, di certo non avete dimenticato (come non farete finchè campate) quell'11 settembre del 2001 in cui non solo gli Stati Uniti, ma la libertà stessa (altamente rappresentata dagli USA) vennero attaccati!

Ma che cazzo sto dicendo! Non è vero...


C'è stato sicuramente un grosso complotto, o una volontà di non agire per approfittare poi delle conseguenze. E per quanto non sia difficile da credere è quello che risulta da quello hce c'è sotto il naso da quel giorno. Anzi, più che sotto il naso un po più in basso e a destra del planisfero.
Come poteva l'intelligence non prevedere un attacco di simile portata sul suolo americano?!! Come fa un edificio, colpito da un bolide di enorbi dimenzione che supera la velocità del suono, cadere verticalmente facendo tremare non solo gli impotenti spettatori di quell'eccidio ma anche le leggi della fisica, che sembrava avessero raggiunto tutte l' "assurdo matematico" in pochi minuti contemporaneamente.
Dove è finito l'aereo che abbattè (o finse di farlo) una delle facciate del pentagono? Le turbine così grosse, trasformate in cerchi di metallo con diametro poco più grande di un metro? 

E’ seriamente probabile (e io ne sono fermamente convinto) che l’11 settembre sia stata solo una farsa del governo degli Stati Uniti, per iniziare guerre d’invasione e lotte al terrorismo. Peccato che le “armi di distruzione di massa” in possesso di Saddam Hussein prima della guerra, proprio il pretesto che la scatenò, non sono mai state trovate. Peccato che Osama Bin Laden (che è e rimane un pericolosissimo terrorista) e i talebani (dapprima alleati degli Stati Uniti contro i sovietici) siano ancora a piede libero e che nelle ore immediatamente successive al tragico attentato avessero smentito ogni loro coinvolgimento. Perché lo avrebbero fatto, se davvero sono stati loro perché non lo anno subito ammesso, anzi “annunciato” a tutti i combattenti di Maometto?!! Per quale motivo oggi invece ne sono tanto fieri da ricordarlo sempre e da minacciare e organizzare nuovi attentati?

E’ difficile da credere a tutto quello che ho scritto…ma infondo (se è vero come credo) è uno degli effetti del “lavaggio del cervello” operato quel giorno alla comunità internazionale proprio per coprire eventuali interessi nascosti (mica tanto, come il petrolio irakeno) e chissà cos’altro.

 

Vi prego non datemi del complottista perché io sono uno di quelli che quel giorno davvero non lo dimenticherà mai!


Ecco alcune foto e altro materiale



Questa è la foto della turbina di un "Boeing 757" (o almeno noi dovremmo credere così), è stata scattata sul "luogo del delitto", al Pentagono.




Queste invece sono due foto du due vere turbine di veri Boeing 757....notate qualcosa di insolito??!

Ora vediamo invece dei video..in questi si mostra come quello delle torri gemmelle sembri proprio un crollo controllato. Innanzitutto appena i due aerei colpiscono le torri il carburante viene quasi "espulso" all'esterno: la combustione a bisogno di un combustibile ma anche di un comburente, l'ossigeno, nelle tween towers c'è n'era poco per far bruciare tutto quel liquido, quindi appena il kerosene prende fuoco viene immediatamente "portato" fuori perchè la combustione avviene dall'interno verso l'esterno dell'edificio colpito.

cliccando sul seguente indirizzo vedrete uno "squib", sbuffo d'aria presente nei crolli contollati:
http://xoomer.alice.it/911_subito/Immy11settembre/squib.gif
http://xoomer.alice.it/911_subito/Immy11settembre/squibs.JPG

Nel video dell'edizione straordinaria del TG3 dell'11 settembre si da la notizia della dichiarazione di Bin Laden che si dice "estraneo ai fatti".


A voi l'ardua sentenza!






9 settembre 2007

Vaffanculo Day, un successone! Ma i vescovi non ci stanno e Casini fa il Democristiano!

Il bagno di folla e la pioggia di firme ottenute con il V-day di Grillo ha generato una serie di commenti di personaggi politici con una casistica che va dal rifiuto del interocutore di Casini all'attenzione di Cacciari che paragona Grillo ad Aristofane.

Cacciari
E' sacrosanto chiedere che un condannato in via definitiva non possa sedere in Parlamento così come si può benissimo pensare al ritorno al voto di preferenza, ed anche non stupirsi se un comico fa politica "pure Aristofane la faceva", ma attenti a non scadere nel qualunquismo e alle derive populiste", Queste le parole di Cacciari che poi: "il rischio qualunquismo  esiste. Però - conclude - bisogna rendersi conto che se tutto ciò avviene è anche per responsabilità della politica".

Bindi
"L'aria di protesta anche organizzata che c'è in questo momento dovessero rappresentante l'anticamera dell'antipolitica, questo metterebbe a rischio il futuro della stessa democrazia". Così Rosy Bindi, secondo la quale
"senza politica non c'è democrazia e noi vogliamo invece rilanciare il ruolo e la dignita' della politica. L'elezione dell'assemblea costituente del Pd - sottolinea il ministro della Famiglia - dovrebbe essere la risposta alle firme raccolte ieri".

Monaco
"Inutile fare gli schizzinosi. Il successo dell'iniziativa di Grillo E' l'ennesimo campanello d'allarme. Fa seguito alla grande fortuna editoriale de 'La casta'. Guai a mettere la testa sotto la sabbia, deprecando qualunquismo e antipolitica". Lo sostiene il deputato ulivista Franco Monaco, che aggiunge: "Urgono risposte coraggiose in tema di regole e di costume politico. Urge assicurare, nella vita interna dei partiti, legalità, trasparenza, democrazia. E'
un monito anche per il costituendo Pd".

Di Pietro
"Come cittadino che ha firmato la proposta di legge di Beppe Grillo e come esponente di una forza politica che si è battuta per gli stessi obiettivi, sono orgoglioso della riuscita di questa operazione". Cosi' Antonio Di Pietro.

Tremonti
"Non condivido nè Grillo nè i tanti grilli ben vestiti che ci sono in giro...". Così Giulio Tremonti commenta la manifestazione di ieri a Bologna, aggiungendo che però il comico genovese "è sicuramente piu' simpatico... ".

Avvenire
Il V-Day di Beppe Grillo "si iscrive a pieno titolo, soprattutto per il linguaggio dell'indignazione e dello sberleffo, nel clima di 'antipolitica' che sta crescendo in Italia": fenomeni del genere "non possono essere sottovalutati o, peggio, snobbati". E' quanto si legge in un editoriale di 'Avvenire'. E secondo il quotidiano dei vescovi: "l'unico antidoto all'antipolitica è la buona politica, quella che si fa carico dei problemi reali e cerca di prospettare soluzioni anche difficili e impopolari con sincerità".

Casini
"Mi vergogno profondamente di una piazza che applaude o comunque fa festa per la morte di Marco Biagi". Così Pierferdinando Casini ha tagliato corto con il V-day di Bologna.


da Rai News 24


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. v-day beppe grillo politica

permalink | inviato da nnhocapito il 9/9/2007 alle 12:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

8 settembre 2007

8 settembre...solo una cosa: VAFFANCULOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!

Questa mattina alle sette c'era già la coda ai banchetti. Molti hanno dovuto aprire due ore prima.Poliziotti che si mettono in fila per non fare più da scorta a politici condannati.
Ieri Santagata, il ministro per l'attuazione del programma, ha detto che sarei in campagna elettorale :"Beppe Grillo sta pensando a formare una lista per le prossime elezioni, quelle europee del 2009". Non hanno capito niente. I partiti sono incrostazioni della democrazia. Bisogna dare spazio ai cittadini. Alle liste civiche. Ai movimenti. Viviamo in partitocrazia, non in democrazia. Santagata fa il ministro per l'attuazione del programma, ma che lavoro è? Assumete una segretaria al suo posto e risparmate i soldi dei cittadini.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. grillo v-day ligabue 8 settembre

permalink | inviato da nnhocapito il 8/9/2007 alle 18:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

8 settembre 2007

Pavarotti, ultimo atto!

Lucianone se n'è andato.
Io ho avuto il privilegio di sentirlo cantare a due metri da me.
E quello che ho sentito non mi sembrava di questo mondo.
La sua voce, "quella" voce, lanciata in un acuto durante "Certe notti", non permetteva a nessun amplificatore né tantomeno a nessuna orchestra di osare coprirla o anche solo infastidirla.
Era più forte di tutto.
Forte (guarda un po') come la personalità di chi la possedeva, quella voce.
Circa un paio di mesi fa sono andato a trovarlo, a Modena.
Combatteva con la sua solita forza una malattia così terribile.
Però, pur in quelle condizioni, continuava a impartire lezioni di canto ai suoi allievi.
Assistendo a una di queste ho capito ancora di più quanto, pur potendo contare su un talento enorme, Lucianone abbia messo nella sua vita in termini di dedizione, attenzione, determinazione (insomma: lavoro), per poter essere quello che è stato.
Intorno a lui c'erano tutti i suoi amici, quelli che frequentava da una vita.
Credo che questo la dica lunga su di lui più di molte altre parole.
Perché erano lì, dicevo, tutti.
Ancora a giocare a carte dopo sessant'anni di partite con quello che non ci stava mai a perdere.

Credo che abbia avuto tutto dalla vita.
Ma, se mi sentisse, mi direbbe probabilmente di andare a quel paese.

Un abbraccio a Nicoletta, le sue figlie, i suoi famigliari e gli amici.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. luciano pavarotti ligabue musica opera

permalink | inviato da nnhocapito il 8/9/2007 alle 17:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

6 settembre 2007

E' morto Luciano Pavarotti

«Spero di essere ricordato come cantante d'opera, ovvero come rappresentante di una forma d'arte che ha trovato la sua massima espressione nel mio Paese, e spero inoltre che l'amore per l'opera rimanga sempre di importanza centrale nella mia vita».

dal testamento di Luciano Pavarotti

MODENA (6 settembre) - Luciano Pavarotti è morto. Il tenore, 71 anni, malato di tumore al pancreas, da molti considerato il più grande della sua generazione, si è spento stamani intorno alle 5 nella villa di Modena, dopo che nella notte le sue condizioni si erano ulteriormente aggravate.

La morte di Big Luciano è stata confermata dal manager Terri Robson all'agenzia britannica Reuters e ha fatto subito il giro del mondo. Secondo le voci che si erano diffuse a Modena, Pavarotti aveva perso conoscenza già ieri sera.

Sabato i funerali. «I funerali di Luciano Pavarotti si terranno sabato nella Cattedrale di Modena». Lo ha comunicato il sindaco di Modena, Giorgio Pighi. «I dettagli devono essere ancora definiti - ha aggiunto - ma certamente le esequie saranno celebrate nella Cattedrale, che l'Unesco ha definito patrimonio dell'umanità».

Ottimista fino all'ultimo. «Penso che una vita per la musica sia un'esistenza spesa meravigliosamente ed è questo a cui ho dedicato la mia vita». Queste le parole di Pavarotti che il manager del tenore Terri Robson riporta nel comunicato ufficiale che ne rende nota la morte. Pavarotti aveva al suo fianco la moglie Nicoletta e i figli Lorenza, Cristina, Giuliana e Alice. Il Maestro ha combattuto «una lunga, dura battaglia contro il tumore al pancreas» che infine ha prevalso. Fino all'ultimo, così come aveva vissuto e lavorato, è rimasto ottimista.

Il medico: cosciente e sereno - «Luciano Pavarotti è sempre stato molto cosciente della situazione, ha sempre cercato di combattere questa malattia ed è stato molto, molto presente e cosciente di quello che succedeva, ma molto sereno». Il dottor Antonio Frassoldati, componente dell'equipe del dipartimento di oncologia del Policlinico modenese che ha assistito il tenore descrive così a SkyTg24 le ultime ore di vita del cantante. «Abbiamo seguito Pavarotti con l'assistenza domiciliare
anche negli ultimi giorni, poi le condizioni si sono progressivamente aggravate, fino a questa mattina», ha aggiunto il medico, confermando che l'artista era attorniato nella sua villa modenese dai familiari, «che lo hanno seguito con estrema attenzione fino alla fine. Sia Nicoletta che le figlie gli sono sempre state vicine». «Di Pavarotti - ha detto ancora Frassoldati - mi ha colpito il suo carattere, la sua voglia di vivere e di essere sempre presente in tutte le decisioni».

Commozione in tutto il mondo. Domingo: aveva una voce divina. Placido Domingo, che con Josè Carreras ha accompagnato Pavarotti nei concerti dei "Tre tenori" in tutto il mondo, pinge Big Luciano: «Ho sempre ammirato la sua voce divina, dal timbro inconfondibile, dalla completa estensione vocale». «Amavo il suo meraviglioso sense of humor e in diverse occasioni nei nostri concerti con Josè Carreras - ha aggiunto - dimenticavamo che stavamo esibendoci davanti a un pubblico pagante, perché ci divertivamo troppo tra di noi».

L'ultima apparizione di Big Luciano. L'ultima volta con il pubblico era stato il "Nessun dorma", cantato alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali a Torino nel febbraio dello scorso anno, mentre il suo ultimo concerto si è svolto a Taipei nel dicembre 2005. Due anni fa il Maestro aveva avviato un'Accademia per giovani talenti a Modena, seguendo personalmente un piccolo gruppo di studenti. E fino a poche settimane prima della sua morte, ha passato molte ore ogni giorno insegnando ai suo allievi nella villa estiva di Pesaro. Aveva anche programmato - ha detto ancora Robson - di registrare una raccolta completa di canzoni sacre e di rivelare gli sviluppi finali del Pavarotti International Voice Competition. Lungo tutta la sua malattia, è stato sostenuto, riferisce ancora il manager, dalla «devozione e dall'amore» della moglie Nicoletta e dalla figlia Alice, così come dai altri tre figli avuti dal primo matrimonio, Lorenza, Cristina e Giuliana. «È rimasto ottimista e fiducioso sul fatto di sconfiggere la malattia e determinato a ritornare sul palcoscenico per completare il suo Worldwide Farewell che aveva dovuto lasciare a metà a New York nel luglio del 2006 a causa della sua malattia», ha detto ancora Robson.

Il ricovero l'8 agosto scorso. Le condizioni di Big Luciano, che il 12 ottobre avrebbe compiuto 72 anni, erano peggiorate il mese scorso e l'8 agosto, mentre si trovava nella sua casa sulle colline di Pesaro, era stato ricoverato nel reparto di oncologia del policlinico di Modena con difficoltà respiratorie e febbre alta. Il tenore era rimasto in ospedale per oltre due settimane e poi era tornato a casa a Modena. Poi ieri le sue condizioni di salute si sono di nuovo aggravate. Il tenore era stato operato per tumore al pancreas l'anno scorso a New York.

Il teatro di Modena avrà il suo nome. Il sindaco di Modena ha espresso alla famiglia di Luciano Pavarotti il cordoglio e la partecipazione sua e dell'intera città, e ha anticipato che proporrà che il teatro Comunale della città emiliana venga intitolato all'artista. «È un grande dolore per tutti noi, noi modenesi, noi cittadini di un mondo - ha commentato Pighi - che è anche un po' nostro proprio grazie all'arte grandissima e alla straordinaria generosità del Maestro Pavarotti. Questo è, in primo luogo, il momento del lutto e della commozione, ma anche della consapevolezza di aver conosciuto e ammirato uno dei grandi personaggi della nostra epoca. Una fortuna ed un privilegio che i modenesi, sono sicuro, ricambieranno con gratitudine e partecipazione».

Proprio due giorni fa il ministro della Cultura, Francesco Rutelli, aveva annunciato l'assegnazione a Pavarotti del Premio per l'eccellenza nella cultura e aveva ricordato la grande battaglia che Big Luciano stava combattendo contro la malattia «con la stessa determinazione con cui si è affermato nel mondo in una carriera formidabile».

Il Messaggero


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. luciano pavarotti musica lirica

permalink | inviato da nnhocapito il 6/9/2007 alle 10:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile